Seleziona una pagina

Stai progettando il Vialetto del tuo Giardino? Ecco una guida per come fare un vialetto in giardino dalle scelta delle piastrelle all’illuminazione.

Se stai pensando di realizzare un vialetto in giardino di seguito troverai alcuni spunti di design che ti consentono di rendere più bello il giardino e di avere un sentiero sicuro e agevole nella tua zona esterna. In particolare ti andremo a consigliare per:

In questa guida ti forniremo alcune aiuteremo a scegliere, per i tuoi percorsi,

Alle volte, quando si ha uno spazio esterno, capita di progettare e realizzare delle piccole opere che possano renderlo ancora più accogliente e bello, non soltanto per noi e la nostra famiglia, ma soprattutto per gli ospiti e per coloro ci fanno visita.

La zona esterna di una casa è in pratica un biglietto da visita e va curato come e più della zona interna, perché spesso sono le prime impressioni che contano di più.

Scopriamo ora quali possono essere le idee per allestire nel modo migliore un vialetto, sia come pavimentazione che come illuminazione.

Idee per una originale pavimentazione del vialetto.

Vediamo innanzitutto la pavimentazione: la prima cosa da scegliere è la pavimentazione del vialetto di casa.

Sembra una cosa piuttosto semplice e facile da progettare e realizzare il vialetto, ma è sempre meglio chiamare un esperto che ti aiuti, perché dietro questa semplice scelta si possono annidare una serie di problematiche o possibilità.

Non è infatti semplice scegliere i materiali giusti per il tuo vialetto perchè tra le cose da considerare c’è lo stile generale della casa.

Le opzioni di pavimentazione per vialetti possono essere dalle mattonelle semplici per esterno, un pavimento stampato in cemento, molto particolare e più ricercato.

Oppure è possibile realizzare anche un sentiero fatto di pietre naturali come il lastricato con piccole e grandi pietre.

Una alternativa interessante può essere le lastre di legno.

Anche una pavimentazione in cotto è un’ottima soluzione: si tratta di un materiale perfetto e molto bello che rende ancora più pratico il vialetto di casa.

Un’altra soluzione può essere quella di usare vecchie mattonelle per creare una strada artistica e multicolor.

Tutto sommato, in un giardino che si rispetti, la pavimentazione dei vialetti è molto importante anche se spesso è trascurata.

I viali permettono di attraversare il giardino, giocando un ruolo basilare sulla paesaggistica della tua abitazione.

Un bel vialetto accentua la prospettiva, oltre a consentire un piacevole spostamento delle persone da un punto all’altro nell’esterno di casa.

Il vialetto è quindi un elemento che rende un giardino non solo godibile e praticabile, ma che può dare anche un’estetica migliore a tutto l’insieme.

Tipologie di pavimentazione per Vialetto

Esistono vari tipi di vialetti da giardino e ognuno deve essere progettato e realizzato in funzione dell’’uso a cui il vialetto è destinato sia per quanto riguarda la forma che i materiali, ma anche per ciò che concerne le pose.

I vialetti che sono corti e stretti possono essere anche meno ordinati oppure essere fatti con materiali particolari, magari anche un po’ costosi.

Quelli più lunghi devono essere piuttosto uniformi, mentre i vialetti di servizio devono essere larghi e comodi.

Ecco alcune idee o spunti per la pavimentazione dei vari tipi di vialetti del giardino.

Vediamo innanzitutto il vialetto d’ingresso: si tratta di un vero e proprio biglietto da visita della casa.

La sua pavimentazione deve essere assolutamente impeccabile, la camminata deve essere comoda e il viale deve essere ampio e livellato.

Si consiglia di usare materiali e pose di tipo tradizionale, magari da abbellire con della vegetazione non invadente.

Se il vialetto è stretto e corto la pavimentazione ideale sono le cementine che danno un tono sofisticato.

Se il viale è quello davanti al garage allora deve essere solido e a prova di macchia d’olio, pulibile facilmente e non avere dislivelli.

Si possono alternare i materiali anche per segnare le linee secondo cui fare manovra.

Questi vialetti si prestano a soluzioni originali, purché siano solide, come ad esempio ghiaia e traversine ferroviarie che offrono un insolito contrasto e danno aderenza.

I materiali non devono riflettere la luce e non devono surriscaldarsi.

Un viale interno al giardino, di passaggio, da usare per spostarsi all’interno del giardino e per passeggiare può anche avere pavimentazione piuttosto eclettica ma sempre in armonia con lo stile di tutto il giardino.

Si possono anche usare dei materiali non pregiati ma non scivolosi e disposti in modo regolare per non inciampare.

Questo tipo di sentiero di passaggio deve essere agevole, senza dislivelli e la pavimentazione pulita e livellata.

I viali accanto alle piscine devono essere sicuri e agevoli fatti con materiali posati a regola d’arte.

Un lato deve avere un bordo realizzato con materiali, sintetici o naturali, che consentano un’uscita facile e una presa ottima per mani e piedi.

Se non si vuole spendere molto si può realizzare un vialetto piuttosto economico, fatto con pietre segnapassi: un sistema per avere un vialetto che grazioso che però non offre un passaggio troppo comodo.

Se le pietre sono solo poggiate sulla terra dopo un po’ si assesteranno. Dopo una pioggia questo viale non garantisce un percorso agevole e “pulito”.

Se si ha la necessità di realizzare un viale adatto alla sedia a rotelle allora le caratteristiche devono essere semplicità, aderenza, curve piuttosto larghe e una pendenza leggera.

Meglio usare materiali sintetici, che danno aderenza e sono antiscivolo, oltre ad avere un buon prezzo.

Idee per lo spazio circostante al vialetto.

Dopo aver progettato la pavimentazione devi pensare allo spazio circostante al vialetto, utilizzando delle piante adatte.

Infatti uno spazio verde è davvero fondamentale, anche per delineare il suo tracciato e per dare anche un po’ di colore e allegria.

L’erba corta, curata e verdeggiante, con uno stile minimal è uno stile sobrio apprezzato da tutti.

Come alternativa puoi utilizzare cespugli di fiori, dalle cromie allegre e brillanti o anche piuttosto delicate: un esempio può essere la lavanda che crea un tocco di Provenza.

Di solito si usano piante basse ma un’altra opzione è quella di usare degli alberi con tronco alto che consentano di lasciare libera la visuale ad altezza uomo ma incrementino comunque il verde della paesaggistica.

Progettazione Illuminazione Vialetto.

Ora passiamo all’illuminazione vialetto, assolutamente necessaria per poter attraversare questi percorsi anche nelle ore notturne.

A nessuno piace fare una bella caduta lungo il vialetto della propria casa a causa della scarsa illuminazione. Inoltre è bene evitare lampioncini alti in quanto possono diventare un ostacolo, specialmente quando devi tagliare l’erba e li devi schivare con manovre acrobatiche.

Come conciliare queste esigenze con un’illuminazione che sia calda e accogliente? Vediamo innanzitutto le soluzioni principali esistenti sul mercato.

In primo luogo esaminiamo come luci per vialetti i segnapassi, quei piccoli faretti, in genere a LED, da incassare nel pavimento, che generano una bella luce radente.

Si tratta di una soluzione scenografica, ma non è l’ideale per illuminare abbastanza l’ambiente. Questi segnapassi creano degli effetti suggestivi ma danno poca luce. Invece i lampioni alti irradiano molta più luce ma generano problemi nel gestire lo spazio.

Vediamo quindi quali sono le regole per riuscire a illuminare in modo corretto l’ambiente esterno e quindi i vialetti del giardino. Esiste una fondamentale regola sul confort visivo. Oggi non si illumina come una volta, ossia con lampioni potenti, pochi, con luce diffusa che inquinano l’ambiente, abbagliano troppo e non creano suggestioni. Infatti la luce diretta del classico lampione fa sì che l’occhio si protegga adattando la vista e intorno vede buio con il risultato che non potrai godere di un’atmosfera accogliente e calda.

Negli ultimi tempi, grazie ai LED, si proietta la luce verso il basso, verso il pavimento: l’occhio non viene ferito e la vista sarà più rilassata. Non si propaga un inquinamento luminoso inutile e la luce ci sarà solo dove davvero serve.

Sarà necessario comunque prevedere un maggior numero di punti luce rispetto a quelli di un’illuminazione vecchio stile e il risultato sarà più confortevole e rilassante, con luce calda e focalizzata solo sui punti necessari.

Conclusioni.

Riassumendo la luce deve essere dosata in modo corretto senza la necessità di illuminare a giorno il tuo giardino e creando giochi di ombre e luce.

Quindi per rendere il tuo vialetto ancora più grazioso e comodo ti consiglio di usare quindi un po’ di giusta illuminazione, magati a led, oppure inserire dei lampioncini di stile retrò.

Non devi quindi mai dimenticare di progettare un illuminazione da esterno, sicuramente a led, che può essere inserita anche sul pavimento stesso del vialetto.

Si può realizzare anche un’illuminazione classica con dei piccoli lampioni, che tracciano il vialetto anche nelle ore in cui è buio.

Un ultimo consiglio è di inserire vicino al vialetto un tipo di elemento decorativo, come ad esempio una piccola scultura o una fontana di pietra. Se segui queste indicazioni e alcuni utili suggerimenti potrai facilmente allestire un vialetto davvero accogliente e grazioso e rendere il tuo giardino unico e particolare.

Articoli Correlati